Ghana: parchi, spiagge e alcune “chicche”

di Valentina Milani
ghana spiagge

Situato nella regione occidentale del Ghana, Nzulezo è un villaggio tradizionale che si affaccia sulla laguna di Amanzule. La sua particolarità? È interamente costruito su palafitte. La popolazione locale è principalmente dedita all’agricoltura e alla pesca. La leggenda narra che un gruppo di persone provenienti da Walata (una città dell’antico Impero del Ghana) giunse in questo luogo seguendo una lumaca e poi decise di fermarsi e costruire le case su palafitte. Numerose sono le tradizioni locali legate ai culti del lago: sulle sponde del Tadane si celebrano diversi riti religiosi e il giovedì è il giorno sacro del lago, è quindi vietato lavorare. Recentemente il villaggio è stato aperto al turismo: lo si può raggiungere solo in canoa percorrendo un tragitto di circa 5 chilometri in mezzo alla foresta pluviale.

Aburi è invece una tranquilla località che sorge a una cinquantina di chilometri a nord-est di Accra e che ospita interessanti giardini botanici. Gli Aburi Botanical Gardens furono creati nel 1890 piantando semi di piante provenienti da tutto l’impero britannico. Oggi, anche se non sono particolarmente curati, i giardini ospitano una grandissima varietà di alberi tropicali. Davanti agli uffici della direzione si erge un enorme kapok: l’unico albero indigeno che non venne abbattuto dagli inglesi. Questa pianta ha più di 150 anni.

Il Ghana vanta un litorale atlantico di circa 500 chilometri, lungo il quale si susseguono paradisiache spiagge sabbiose ornate da palme e alternate a tratti di costa più alti, rocciosi e scoscesi. Tra le spiagge più famose: Coco Beach, 7 chilometri a est di Accra, e Pleasure Beach, chiamata anche Labadi Beach, che si trova a circa 8 chilometri dalla capitale. Alcune delle spiagge più belle del Paese sono a Busua e Dixcove, due villaggi di pescatori a ovest di Accra, a una trentina di chilometri dalla città di Takoradi.

Per quanto riguarda i parchi nazionali, i più importanti del Ghana sono il Kakum National Park e il Mole National Park. Il primo, a nord di Cape Coast, è famoso per i suoi ponti sospesi che permettono vere e proprie avventure alla scoperta delle tantissime varietà di uccelli che abitano la foresta pluviale. Il Mole, nella parte nord-occidentale del Paese, è invece l’ideale per ammirare elefanti, antilopi e babbuini. Tra le aree protette del Ghana: l’Owabi Wildlife Sancturay, nei pressi di Kumasi, e l’Ankasa Nature Reserve che, nel sud-ovest, conserva vasti tratti di foresta ed è abitato da elefanti.

 

Altre letture correlate:

X