Francia – Macron: «Hotspot in Africa, potrebbero non funzionare»

di Enrico Casale
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Gli hotspot dell’Ue in Nord Africa non funzioneranno se non ci sarà la collaborazione dei Paesi che li ospitano. A dichiararlo è stato Emmanuel Macron in un’intervista rilasciata dalla Bbc.  Parlando durante la sua visita in Nigeria, il presidente francese ha detto che molti Paesi africani sono preoccupati che tali centri agiscano come un fattore di attrazione per i migranti. Tanto è vero che nessun Paese africano ha finora accettato di ospitare i centri. Macron ha affermato che l’Europa si occuperà di migrazione dall’Africa nei prossimi decenni a causa di quello che ha definito il problema fondamentale della crescita non pianificata della popolazione in Africa. Già in passato aveva affermato questo concetto attirandosi numerose critiche e accuse di rilanciare una vecchia retorica coloniale. Tuttavia ha anche affermato che l’Ue non può prendere decisioni per i paesi africani. L’idea degli hotspot dei migranti in Nord Africa «può funzionare, solo se alcuni governi africani partecipano alla loro ideazione e creazione».  Macron ha infine affermato che la massima priorità è di scoraggiare le persone dal prendere «rischi folli» mettendo le loro vite in pericolo per arrivare in Europa.

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X