Digiuno in solidarietà coi migranti

di claudia
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Davanti all’immane tragedia dei morti nel Mediterraneo che non conosce sosta, e davanti allo sfruttamento dei lavoratori stranieri, prosegue l’iniziativa del Digiuno di Giustizia in Solidarietà con i Migranti, che da ormai tre anni si rinnova ogni primo mercoledì del mese: una giornata di digiuno che in ogni regione d’Italia coinvolge migliaia di persone – attivisti, volontari, religiosi, laici, cittadini e cittadine determinati a manifestare la loro vicinanza ai cosiddetti “invisibili”, miriadi di migranti privi di diritti, di tutele, dimenticati dalla politica.

Il Cantiere Casa Comune sostiene il Digiuno di Giustizia ogni primo mercoledì del mese e a partire da domani, Lunedì 29 marzo 2021, con l’inizio della Settimana Santa per i cristiani, lancia un digiuno a staffetta che vuole rendere ancora più corale e incisiva questa forma di protesta. I promotori lanciano un appello: “Ogni persona, comunità, associazione può iscriversi e partecipare come gesto radicale e non violento di difesa della vita e della dignità dei fratelli e sorelle migranti, in opposizione alla sazietà e all’indifferenza di un economia che uccide e di un mondo che non si lascia più toccare dal dolore”.

Per aderire all’appello come singolo o associazione, gruppo, movimento, parrocchia, famiglia e per iscriverti al tuo/vostro digiuno di solidarietà nel giorno prescelto clicca qui: Per informazioni e adesioni scrivi a: info@cantierecasacomune.it  oppure chiama alla segreteria del Cantiere Casa Comune: 045/ 8092390

Per informazioni su Digiuno di Giustizia in solidarietà con i migranti scrivi a: digiunodigiustizia@hotmail.com

Condividi

Altre letture correlate: