Congo. Miti, favole e cantastorie, di Giacomo Matti

di Matteo Merletto
Congo. Miti, favole e cantastorie

Missionario nella Rd Congo dal 1968 al 1975, il curatore/autore è arrivato ora alla pubblicazione di questo materiale etnografico da lui raccolto in quegli anni presso i Ba-Ngelima della provincia di Tshopo, in quella che fu la Provincia Orientale. Ci sono miti eziologici, favole educative, descrizioni di usi, preghiere, interdizioni e prescrizioni (in buona parte grazie all’informatore locale Lokbaikbai Bokula). Il tutto, inquadrato da testi dell’antropologo Luca Jourdan e dello stesso Matti. La terza parte, curata dal musicista e musicologo Gianpaolo Salbego e corredata da un dvd audio (tre ore), è dedicata alla musica, anche questa raccolta in quegli anni nel territorio di Basoko.

È un’edizione artigianale (formato A4 e punto metallico) che veicola l’omaggio del curatore a una popolazione verso cui si sente debitore e che rimane poco studiata (e che tra l’altro mutua il suo nome da un capo zande fermo oppositore dello schiavismo): un piccolo grande patrimonio di prima mano reso ora disponibile ad appassionati e studiosi.

Agenda edizioni, Monte San Pietro (BO), 2019, pp. 129+dvd

(Pier Maria Mazzola)

Altre letture correlate:

X