Ciad – Graffiti sulle pitture rupestri di Ennedi. Il ministro: «Una tragedia»

di Enrico Casale
pittura del sito di Ennedi
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Antiche pitture rupestri conservate nel sito di Ennedi, nel deserto del Sahara, sono state rovinate da graffiti. A denunciarlo Mahamat Saleh Haroun, il ministro della Cultura. I graffiti sono stati disegnati sui dipinti che risalgono a circa 8.000 anni fa. «È una tragedia, offensiva per tutta la storia e la memoria del Ciad», ha detto Mahamat Saleh Haroun. Vandali hanno scarabocchiato in francese e in arabo i loro nomi in cima alle opere.
L’Ennedi è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’Unesco nel 2016. «È una storia africana e volevano distruggerla. Ecco perché sto parlando di una tragedia, perché è parte di noi», ha aggiunto Haroun, che è anche anno regista pluripremiato. I sospetti degli inquirenti si stanno concentrando su un gruppetto di giovani locali.
(21/03/2017 Fonte: Bbc)

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X