24/06/13 – Sudafrica – Mandela peggiora. La figlia: “Momento sacro, lasciateci stare”

di Mario

Il premio Nobel per la Pace Nelson Mandela, 94 anni, “rimane in condizioni critiche in ospedale”. Lo ha annunciato il presidente del Sudafrica, Jacob Zuma. Il presidente, per cui questo e’ un momento “difficile”, ha anche ribadito che “i medici stanno facendo tutto il possibile per garantire il benessere” di Madiba, come viene chiamato affettuosamente l’ex presidente del Sudafrica.

Mandela è stato ricoverato in un ospedale di Pretoria, a causa di un’infezione polmonare, l’8 giugno. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, sabato prossimo si rechera’ in Sudafrica. In merito ad un possibile incontro tra Mandela e Obama, nei giorni scorsi alcuni funzionari di Washington hanno riferito che il presidente Usa sara’ “rispettoso” della famiglia del premio Nobel per la Pace e delle sue condizioni di salute.

“Ha dato tanto al mondo. Credo che sia sereno” ha detto alla Cnn Makaziwe, figlia del premio Nobel per la Pace, nata nel 1953 dal matrimonio con la prima moglie di Mandela, Evelyn. “Tutto quello che posso fare come figlia – ha aggiunto – e’ pregare che il passaggio sia tranquillo”. Da quando l’8 giugno, ricorda la Cnn, Madiba e’ stato ricoverato in un ospedale di Pretoria, per un’infezione polmonare, e’ la prima volta che un componente della sua famiglia rilascia un’intervista. La figlia dell’ex presidente sudafricano ha anche sottolineato la “frenesia” con cui i media hanno voluto seguire la vicenda e di come alcune persone “vogliono darci lezioni su come ci si deve comportare, cosa dovremmo fare”.

“Non siamo riusciti ad averlo con noi per la maggior parte dei nostri anni”, ha aggiunto la donna, precisando che “questo e’ un momento sacro per noi e mi aspetto che il mondo ci lasci stare. Il sangue di Nelson Mandela scorre nelle nostre vene. Dateci lo spazio per essere con nostro padre. Sia che questi siano i nostri ultimi momenti con lui o che ci sia ancora tempo”. * Adnkronos/Ign

 

Condividi

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.