Sierra Leone, scontri armati a Freetown. Sventato golpe?

di Marco Trovato
Sierra Leone soldato

All’alba di oggi, domenica 26 novembre, Freetown è stata svegliata da colpi di arma da fuoco.

La caserma militare di Wellington, una delle principali della capitale, sarebbe sotto attacco da parte di un gruppo di rivoltosi non meglio identificati, non è ancora chiaro se si tratti di un tentativo di colpo di stato militare o meno.


Il governo, attraverso il ministero dell’informazione ha proclamato il coprifuoco immediato in tutto il Paese per ragioni di sicurezza. Secondo lo stesso ministero gli attacchi a Wilberforce sarebbero stati respinti e la situazione sarebbe sotto controllo; testimonianze dirette smentiscono però questa versione: scontri tra esercito e reparti di polizia sarebbero in corso a Congo cross, dalla parte opposta della città, mentre altri rivoltosi avrebbero attaccato la prigione di Pademba road liberando i detenuti.

Il presidente Julius Maada Bio, ex generale dell’esercito è stato riconfermato lo scorso giugno in seguito a elezioni fortemente contestate dalle opposizioni e dalla società civile.

(Federico Monica)

Condividi

Altre letture correlate: