Serie di attentati a Mogadiscio. Rivendicano i miliziani al-Shabaab

di Raffaele Masto

Il centro di Mogadiscio è stato scosso oggi da almeno due attacchi kamikaze e alcune sparatorie. Un attentatore si è lanciato a bordo di un’auto contro l’ingresso del compound che ospita il ministero dell’Interno e della Sicurezza. Un secondo kamikaze, sempre a bordo di un’auto, ha colpito un checkpoint all’esterno dell’edificio, che non si trova distante dalla sede del Parlamento.

Poi alcuni terroristi avrebbero fatto irruzione nella sede del ministero dell’Interno da dove sono state udite provenire colpi di arma da fuoco e esplosioni. Altre notizie parlano di uno scontro a fuoco in tra quattro-cinque assalitori armati di lanciagranate e armi automatiche e le forze di sicurezza all’esterno del compound.

Poco dopo l’attacco nella capitale è stato rivendicato dai militanti islamisti al-Shabaab, legati ad al-Qaeda. Il gruppo, attraverso la sua emittente Radio Andalus, ha riferito che suoi combattenti hanno fatto irruzione nel ministero.

Non è ancora chiaro il bilancio dell’attacco. Le forze di sicurezza hanno isolato le aree delle operazioni chiudendo tutte le strade. Ci sarebbero diversi morti tra attaccanti, forze di sicurezza e civili.

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X