Senegal: scherma

di Valentina Milani

Foto di Marco Garofalo

Senegal: due volte la settimana, sedici detenuti minorenni (condannati per reati che vanno dal furto alla violenza) escono dal carcere di Thiès e si recano in una palestra non distante per frequentare le lezioni di fioretto.

Il carcere minorile di Thiès ha infatti avviato un progetto sperimentale di recupero per i giovani reclusi, che prevede l’apprendimento dell’uso di armi bianche come il fioretto. I risultati? Sorprendenti.

Le esercitazioni avvengono sotto lo sguardo vigile di maestri e agenti penitenziari. I ragazzi devono arbitrare i combattimenti dei loro compagni: ciò li costringe ad applicare le norme con equilibrio e giustizia.

Per leggere l’intero reportage, abbonati ad Africa rivista: www.africarivista.it/abbonati/

Altre letture correlate:

X