Senegal: Dakar omaggia Paul Robeson e la Harlem Renaissance

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Benjamin Jules-Rosette, attore e sceneggiatore francese originario della Martinica e fondatore in Francia della compagnia teatrale Théâtre noir, ha invitato i giovani di Dakar a farsi ispirare dal percorso artistico e dalle scelte di vita di Paul Robeson (1898-1976), figura di spicco nel movimento culturale afroamericano noto come Harlem Renaissance, di cui ricorre quest’anno il centenario.

“Ho scelto di presentare Paul Robeson perché il suo itinerario dovrebbe parlarci e servire a noi africani e soprattutto ai giovani africani e senegalesi che a volte vivono situazioni drammatiche”, ha detto intervenendo all’inaugurazione a Dakar di una mostra tributo all’Harlem Renaissance, realizzata in partnership tra il eatro nazionale Daniel Sorano e il museo parigino Quai Branly Jacques Chirac.

Paul Robeson, che ha fatto secondo Jules-Rosette cose “ditirambiche” nella sua vita, può dare “una spinta ai giovani per dimostrare che è possibile fare qualcosa nel paese”, ha aggiunto, sottolineando che “abbiamo cose da fare in questo Paese, non abbiamo bisogno di andare a morire in mare, possiamo farle qui”.

Intitolata Paul Robeson, un uomo di tutti i tipi, la mostra – che si compone di dieci teloni – ripercorre l’evoluzione sfaccettata di questo leader afroamericano che si distinse come attore di cinema e teatro, cantante e attivista politico.

Personaggio oggi poco conosciuto, a differenza di Martin Luther King, Malcom X o Rosa Parks (icone della lotta al razzismo negli Stati Uniti), Paul Robeson visse tra New York e Londra. Ha segnato la storia politica e artistica del mondo anglosassone e dell’Europa orientale dagli anni Trenta agli anni Sessanta.

Ha combattuto contro la discriminazione razziale per tutta la vita, lottando per il riconoscimento della cultura e della storia nera negli Stati Uniti. Ha inoltre partecipato a molte lotte per la difesa degli oppressi nel mondo, nell’Europa dell’Est e nell’ex Unione Sovietica, sottolineano i documenti composti da ritagli di stampa, immagini di concerti e locandine di film.

Questa mostra sarà la prima di una serie di eventi che celebrano il centesimo anniversario del movimento culturale afroamericano Harlem Renaissance.

Una commedia ispirata a questo movimento sarà presto presentata dalla compagnia teatrale del teatro Sorano. La mostra potrà essere visitata fino al 27 giugno presso il teatro Sorano, poi sarà allestita nei 14 dipartimenti del Senegal prima di intraprendere un un viaggio verso altri paesi francofoni africani. 

Condividi

Altre letture correlate: