RD Congo, l’arte etnica si avvicina ai congolesi

di Celine Camoin
mostra "L'orgoglio del Congo"
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Si chiama “L’orgoglio del Congo” la mostra di arte etnica in corso fino all’8 agosto presso il “Musée pour l’enfant” (Museo per ragazzi) di Kinshasa, nel comune di Bandalungwa.

Mostra itinerante, “Lokumu ya Congo” (questo il titolo originale in lingua lingala) vuole attirare l’attenzione sul valore della cultura gli antenati. Una cinquantina di etnie sono rappresentate attraverso le loro antiche creazioni, espressione della cultura, dei valori e delle informazioni accumulate nel tempo, attraverso generazioni.

«Un popolo che non lotta oggi per preservare la propria cultura, prima o poi scomparirà» ha affermato all’Agenzia di stampa congolese il commissario della mostra, Aimé Mbungu.

Un catalogo intitolato «L’arte etnica spiegata ai congolesi» uscirà a conclusione del percorso della mostra.

«Vorremmo correggere la pesantezza etimologica peggiorativa usata in diversi lavori del passato. Errori che hanno  allontanato l’arte etnica dai primi beneficiari, noi congolesi. La nostra nuova visione dell’arte dovrebbe considerare i nostri antenati come veri eroi, contrariamente a coloro che ci erano stati dettati dall’Occidente», ha precisato Mbungu.

Altre letture correlate:

X