Marocco – I vescovi: «Diritti migranti violati»

di Enrico Casale
migranti in marocco
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

“Denunciamo il calpestamento dei diritti fondamentali dei migranti” affermano i Vescovi dell’Africa del Nord nel comunicato pubblicato al termine dell’Assemblea della Cerna (Conferenza dei Vescovi della Regione Nord dell’Africa) che si è tenuta a Tangeri (Marocco) dal 23 al 26 settembre.

“Il fenomeno della migrazione, in aumento in tutto il mondo, rimane una delle principali cause della sofferenza che condividiamo nei nostri Paesi” sottolinea il comunicato, inviato all’Agenzia Fides. “La migrazione mette in discussione la nostra solidarietà con coloro che soffrono e, in senso più ampio, il rispetto dovuto ad ogni essere umano, qualunque sia la sua situazione”.

Come segno di vicinanza e di condivisione sul tema che avvicina la sponda sud a quella nord del Mediterraneo, all’Assemblea della Cerna ha partecipato una delegazione della Commissione Episcopale per le Migrazioni (Cemi) della Conferenza Episcopale Italiana, guidata da S.E. Mons. Guerino Di Tora, Vescovo Ausiliare di Roma, Presidente della Cemi e della Fondazione Migrantes, oltre al Cardinale Francesco Montenegro, Arcivescovo di Agrigento e Presidente della Caritas italiana, “venuto per rendersi conto di persona della situazione dei migranti a Tangeri”.

Un altro punto affrontato dai Vescovi è stato l’evoluzione delle società in Nord Africa, che “sono sempre più dibattute sul riconoscimento del pluralismo religioso e della libertà di coscienza”. La Cerna invita le proprie comunità “a raccogliere la sfida spirituale dell’incontro interreligioso, in tutte le sue dimensioni, e in particolare nel suo incontro con Dio”.

I Vescovi concludono il comunicato affermando “che è una grande gioia per tutte le nostre Chiese la celebrazione della beatificazione di Mons. Pierre Claverie e dei suoi 18 compagni martiri in Algeria, che si terrà l’8 dicembre a Orano”.

Altre letture correlate:

X