Manifestanti in Algeria: «No al prolungamento del mandato»

di Enrico Casale
manifestanti in Algeria

Nonostante il ritiro dalla competizione elettorale di Abdelaziz Bouteflika, continuano le proteste in piazza in Algeria.  Diverse migliaia di studenti hanno manifestato ieri per le vie di Algeri contro la decisione annunciata ieri dal presidente Abdelaziz Bouteflika di restare in carica cancellando le elezioni del prossimo aprile. Lo riferisce il sito di Radio France International (Rfi).

Intanto l’agenzia ufficiale Aps ha confermato indiscrezioni diffuse ieri secondo le quali il premier Ahmed Ouyahia è stato rimpiazzato dal ministro dell’Interno Noureddine Bédoui affiancato, come vice, dall’ex capo della diplomazia algerina Ramtane Lamamra. L’avvicendamento, con l’incarico affidato a Bedoui di formare un nuovo governo, è stato ufficializzato in un incontro di Bouteflika con i due uomini considerati a lui molto vicini.

Gli studenti, che hanno sfilato in corteo davanti all’edificio della Grande Posta nel centro della capitale sui cartelli hanno sostituito il «5» del quinto mandato di Bouteflika contro cui si opponevano fino a ieri con un «4,5» o «4+», a indicare il periodo di transizione apertosi con il messaggio agli algerini diffuso ieri dal presidente costretto alla sedia a rotelle da un ictus dal 2013. Al corteo si sono uniti anche abitanti del quartiere e vi sono state manifestazioni anche in altre città del Paese.

Altre letture correlate:

X