Kenya | A rischio un milione di posti di lavoro

di Enrico Casale
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

L’epidemia di coronavirus farà perdere un milione di posti di lavoro al Kenya. A sostenerlo è la Federazione dei datori di lavoro (Fke), secondo la quale le rigide misure per contenere il contagio hanno già eroso 173.743 posti e l’occupazione è già scesa dell’8,3% tra marzo e luglio. E la situazione potrebbe peggiorare ulteriormente se non verranno prese misure di sostegno da parte delle autorità.

Il direttore esecutivo dell’Fke, Jacqueline Mugo, ha affermato che il governo deve consentire la libera circolazione di beni e servizi perché il costo della chiusura dell’economia è più punitivo di quello della riapertura. “Il Ruanda – ha detto – ci ha dimostrato che mettere in atto le giuste misure può facilitare la ripresa economica e ridurre le sofferenze della nostra gente”.

Attualmente, in Kenya è in atto un coprifuoco dalle 21 alle 4 durante il quale solo i fornitori di servizi di trasporto e di servizi essenziali possono circolare sulle strade pubbliche. I pub, i ristoranti, le discoteche, i teatri, le sale cinematografiche e le riunioni pubbliche rimangono chiusi.

Secondo la Fke, oltre a ridurre le imposte sulle società, è necessaria l’istituzione di un fondo pubblico per aiutare le aziende a pagare gli stipendi fino a quando la situazione non migliorerà.

Condividi

Altre letture correlate:

X