Haroun Fall, dal teatro a Netflix con Zero

di claudia
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Haroun Fall è l’attore torinese che interpreta Sharif nella serie Netflix Zero, uscita in 190 Paesi lo scorso 21 aprile. Venticinque anni e più di dieci passati a studiare, dal liceo teatrale al Centro sperimentale di cinematografia fino all’approdo a Zero. «Mi sono preparato talmente tanto in modo che nessuno potesse dire che non ero nella posizione adatta per fare quel ruolo». Haroun non è solo attore ma anche attivista. I temi della rappresentazione e della diversity per lui sono cruciali, così come lo ius soli. Battaglie che lo hanno portato in piazza del Popolo lo scorso anno durante la manifestazione per Black Lives Matter. A differenza dalla maggior parte degli altri attori di Zero che sono stati scelti attraverso lo street casting, lui ha studiato teatro da quando aveva 13 anni e ha frequentato l’accademia nazionale di cinema. Nella sua lunga intervista ha raccontato la sua visione del teatro, del cinema, della politica, di se stesso, di come mai in Italia ci siano ancora così pochi attori di origini diverse.

(Sara Lemlem – Nuove Radici.world)

Condividi

Altre letture correlate: