Etiopia: l’Onu annuncia un’inchiesta sul Tigray

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Michelle Bachelet, Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, ha detto di essere “profondamente turbata” dalle notizie di continue violazioni dei diritti umani nel Tigray e ha annunciato l’avvio di un’inchiesta entro agosto.

Bachelet ha affermato che ci sono state segnalazioni di esecuzioni di civili, violenze sessuali contro bambini e migliaia di persone sono state costrette a fuggire dalla proprie abitazioni.

Bachelet ha affermato che gli abusi sono stati commessi da tutte le parti in conflitto e che ci sono “rapporti credibili” che i soldati eritrei siano ancora in Tigray, nonostante abbiano annunciato il ritiro.

Le delegazioni etiopi o eritree al Consiglio per i diritti umani non hanno commentato. Nelle scorse settimane, il governo etiope ha dichiarato che chiamerà a rispondere coloro che commettono abusi e che più di 50 soldati sono già sotto processo per stupro o omicidio di civili nel Tigray.

Condividi

Altre letture correlate: