Chi è Patrice Motsepe, nuovo presidente della Caf

di Enrico Casale
Patrice Motsepe
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Sudafricano, 59 anni, poco conosciuto al mondo calcistico, Patrice Motsepe è il nuovo volto del calcio africano, con la sua elezione a presidente della Caf.

Motsepe è nato e cresciuto nella township di Soweto, vicino Johannesburg, dove la sua famiglia, composta da sette fratelli più i genitori e appartenente alla classe media, gestiva uno “spaza shop”, un locale che è sia negozio di alimentari che bar. Ha ricevuto un’educazione cattolica, diplomandosi in arte prima di interessarsi al diritto minerario e commerciale negli anni universitari.

Nel 1988 entra nello studio legale Bowman Gilfilian, e nel 1993, subito dopo l’abolizione dell’apartheid, ne diventa il primo partner nero, cominciando la sua vera ascesa sociale. Negli anni seguenti ha fondato due società minerarie specializzate nell’estrazione, oggi tra le società più importanti del settore in Sudafrica, divenendo nel giro di poco il primo miliardario nero della storia del Sudafrica: secondo Forbes oggi detiene la decima fortuna del continente, la terza del suo paese, con un patrimonio personale di 2,6 miliardi di dollari.

Nel 2004 ha rilevato l’Fc Mamelodi Sundowns, uno dei club più importanti del Sudafrica, portandolo alla vittoria di 7 campionati e, nel 2016, della Caf Champions League.

Oltre al settore minerario e ai nuovi impegni nel mondo del calcio Motsepe è anche filantropo. Nel 2013 si è impegnato a donare metà della propria fortuna personale in favore della campagna The Giving People, lanciata dai miliardari americani Warren Buffett e Bill Gates, e di recente la sua fondazione ha donato 50 milioni di euro nella lotta alla pandemia di covid in Sudafrica.

Condividi

Altre letture correlate: