Centrafrica: auto di missionari salta su una mina, vittime

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Una vettura della missione cattolica di Niem, località nella provincia occidentale di Nana-Mambéré, è saltata stamattina su una mina. Era guidata da Padre Arialdo Urbani, della Congregazione dei Preti del Sacro Cuore di Gesù di Bétharram. A fornire l’informazione ad Africa Rivista / InfoAfrica è Padre Aurelio Gazzera, missionario carmelitano in Centrafrica dal 1992, che riferisce che Padre Urbani è illeso ma sotto shock; le vittime sarebbero invece due collaboratori aiutanti centrafricani della congregazione.

Secondo quanto riferito da Padre Gazzera, la vettura è partita dal villaggio di Niem, a 70 km di Bouar, per andare a visitare una scuola quando, nei pressi del villaggio Service Kollo, è passata sopra una mina con una ruota posteriore. La deflagrazione ha fatto saltare in aria l’auto che si sarebbe girata su sé stessa causando la morte accertata di uno dei due passeggeri che sedevano nei sedili posteriori. Padre Gazzera precisa che non si conosce l’identità dei due ma pare che fossero collaboratori centrafricani della congregazione. Un parente della vittima ha confermato la morte di uno dei due, la seconda morte rimane da accertare.

Come rimane incerto il numero totale dei passeggeri: “non si sa ad ora se c’era a bordo un quarto passeggero: l’auto è distrutta ed è difficile capire”, precisa padre Aurelio che aggiunge che si tratta del terzo incidente causato da mine su strada: “il primo ha interessato un commerciante, il secondo un camion russo della coalizione Wagner e il terzo la congregazione”. 

Condividi

Altre letture correlate: