Africa: una raccolta dei migliori vignettisti africani

di Enrico Casale
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

È uscita la raccolta “Africa” dell’associazione Cartooning for peace, associazione internazionale di fumettisti impegnati. Edito da Calmann-Levy, il libro Africa riunisce i più grandi disegnatori di stampa di tutti gli orizzonti del continente africano e che si battono, nei rispettivi Paesi,  per il diritto fondamentale alla libertà di stampa. Una ventina di vignettisti sono rappresentanti nella raccolta,  tra cui Zapiro (Sud Africa), Gado (Kenya), Glez (Burkina Faso), Dilem (Algeria), Alaa Satir (Sudan), Sherif Arafa (Egitto), Zohoré (Costa d’Avorio) o anche Willis da Tunisi (Tunisia).

“Alcuni di loro hanno iniziato a esercitare la loro professione in condizioni spesso difficili. Altri sono nati lì. Tutti hanno capito che il disegno è l’arma ideale per scrivere la loro società e denunciarne i mali, nonostante le intimidazioni e, per alcuni, la prigionia, di cui sono vittime”, spiega Cartooning for peace nella presentazione di Africa.

Promotore della raccolta, il noto vignettista francese di Le Monde, presidente d’onore di Cartooning for peace, che ha fondato assieme a Kofi Annan.

Plantu incontrò Yasser Arafat nel 1991 e Shimon Peres nel 1992 e fece firmare entrambi lo stesso disegno: fu il primo documento firmato dai due leader rivali, un anno prima degli accordi di Oslo. L’incontro venne filmato. L’agenzia Reuters definì la mossa  “cartoon diplomacy”.

Condividi

Altre letture correlate: