500° della Riforma, la forza dei luterani in Africa

di Enrico Casale
luterani

photo-0206«Questo viaggio è importante perché è un viaggio ecclesiale, molto ecclesiale nel campo dell’ecumenismo. Il vostro lavoro aiuterà tanto a capire, che la gente capisca bene. Grazie tante». Queste le parole di Papa Francesco ai giornalisti mentre era in volo verso la Svezia dove, oggi e domani, parteciperà alla commemorazione dei 500 anni della Riforma di Martin Lutero. Il viaggio ha una forte connotazione ecumenica e, quando Bergoglio ha accolto il desiderio della piccola comunità cattolica svedese e dei Paesi vicini di celebrare una messa, ha voluto che avvenisse in un altro giorno e in un altro luogo rispetto alle celebrazioni ecumeniche, proprio per rimarcare l’importanza e la specificità di queste.

luteraniQuesto viaggio è il culmine di un processo di riavvicinamento che ha avuto il suo momento centrale nella firma, era il 1999, della «Dichiarazione comune sulla dottrina della giustificazione». È datato invece 2013 il documento, anche questo preparato insieme, «Dal conflitto alla comunione». Durante la celebrazione ecumenica svedese inoltre, i partecipanti seguono la «Common prayer» («Preghiera comune»), una guida liturgica cattolico-luterana di recente pubblicazione.

La Federazione luterana mondiale (Flm) è l’organizzazione, nata nel 1947 in Svezia, che riunisce tutte le Chiese che si riconoscono negli insegnamenti di Martin Lutero. Ad essa aderiscono, complessivamente, 70.300.000 fedeli appartenenti a 145 Chiese. Tra queste, quelle che crescono maggiormente in termini di fedeli sono quelle africane. La Comunione luterana d’Africa riunisce 31 Chiese con 21 milioni di fedeli. Le maggiori presenze si registrano in Etiopia (6,3 milioni di seguaci, spesso perseguitati), Tanzania (5,8 milioni), Madagascar (tre milioni), Nigeria (2,5 milioni), Namibia (1,2 milioni), Sudafrica (600mila), Camerun (500mila). Presenze minori si registrano anche in altre nazioni: Angola, Eritrea, Kenya, Liberia, Zimbabwe.

luteraniIn Africa, i luterani lavorano in campo spirituale, ma anche sul terreno dei diritti umani (difesa delle donne, impegno per la pace, educazione, ecc.) e del dialogo interreligioso. Il legame tra le Chiese riformate e l’Africa è così importante che le celebrazioni per i 500 anni della Riforma registreranno il loro culmine a Windhoek (Namibia) dove, dal 10 al 16 maggio 2017, si terrà la 12a assemblea della Federazione luterana mondiale.

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X