09/07/13 – Centrafrica – Il nodo sicurezza domina un vertice ad Addis Abeba

di Mario

Sostegno all’economia e impegno per il ripristino della sicurezza, anche attraverso l’invio di una missione militare a guida africana: sono stati questi i temi centrali di una riunione internazionale sulla Repubblica Centrafricana che si è tenuta ad Addis Abeba.

I rappresentanti del cosiddetto Gruppo internazionale di contatto, coordinato dall’Unione Africana e dai cinque paesi membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu, hanno valutato la possibilità di interventi in grado di contribuire a superare la crisi sfociata a marzo nella conquista di Bangui da parte dei ribelli della coalizione Seleka. Secondo il ministro degli Esteri della Repubblica del Congo, Basile Ikouébé, nella capitale etiopica è stato proposto l’invio di una missione a guida africana composta da 2500 militari, 900 poliziotti e cento funzionari.

L’altro nodo, oltre a quello della sicurezza, è l’economia. I paesi e gli organismi rappresentati nel Gruppo di contatto si sono impegnati a sostenere il nuovo governo di Bangui su un piano finanziario. Nei giorni scorsi un prestito concesso da Brazzaville aveva già permesso il pagamento degli stipendi dei funzionari pubblici per la prima volta dalla caduta del presidente François Bozizé. Proprio il capo di Stato deposto dai ribelli è al centro delle ultime indiscrezioni della stampa africana. Dopo aver fatto scalo a Nairobi a inizio giugno, in provenienza dal Camerun, Bozizé sarebbe arrivato in Sud Sudan. – Misna

 

Condividi

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.