«Sono di Kinshasa e tifo per il Napoli»

di Diego Fiore
Rd Congo
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Ci sono passioni che nascono e si alimentano nonostante tutto. La passione di Jill è il calcio, che pratica nonostante non abbia le braccia. Più in particolare la passione di questo giovane orfano che vive nel centro pediatrico di Kimbondo, alla periferia di Kinshasa, è il Napoli, di cui segue le partite attraverso un cellulare che regge con i piedi.

Il sogno di Jill, abbondonato dai genitori  a causa del suo handicap, era poter parlare con Koulibaly, difensore senegalese della squadra partenopea. Sogno che, come mostra il video, il piccolo ha potuto realizzare grazie alla disponibilità del giocatore. Decisamente una bella storia.

Condividi

Altre letture correlate:

X