Rd Congo – Kabila: «Troppe pressioni esterne sul nostro Paese»

di Enrico Casale

Cresce la tensione nella Repubblica democratica del Congo (Rdc) tra il presidente Joseph Kabila e la comunità internazionale. In un discorso tenuto alla nazione in occasione della 56esima festa di indipendenza, il capo dello stato Joseph Kabila ha espressamente denunciato interferenze “indesiderate e illecite” della comunità internazionale nelle questioni interne del paese. Il nostro, ha detto Kabila, “è un paese sovrano che desidera avere partenariati costruttivi e reciprocamente vantaggiosi con tutti gli altri paesi nel rispetto dei nostri rispettivi popoli”. “La nostra lotta si fonda sul rispetto del diritto del nostro popolo all’autodeterminazione”, ha sottolineato il presidente della Rdc. Nel mirino del capo dello stato congolese sono finite in particolare le potenze occidentali, Stati Uniti in testa, che stanno moltiplicando le pressioni per chiedergli di dimettersi entro la fine dell’anno, cioè allo scadere del suo secondo mandato costituzionale.
(01/07/2016 Fonte: Agenzia Nova)

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X