R.D. Congo – Rientro nel paese movimentato per Jean-Pierre Bemba

di Marco Simoncelli
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Dopo undici anni di assenza di assenza di cui dieci passati in una prigione della Corte penale internazionale (Cpi) all’Aja, l’ex vicepresidente e capo militare Jean-Pierre Bemba ieri è rientrato in Repubblica democratica del Congo.

Il suo aereo è giunto in mattinata nella capitale Kinshasa e Bemba è stato accolto da una folla esultante di migliaia di sostenitori. Mentre attraversava la città per dirigersi verso la sua residenza, la situazione è divenuta movimentata in quanto la polizia è intervenuta con gas lacrimogeni per disperdere la folla. La residenza di Bemba si trova infatti nelle vicinanze di quella dell’attuale presidente Joseph Kabila. Alcune agenzie riportano di almeno un morto investito da un veicolo e un ferito da arma da fuoco nelle agitazioni che sono seguite.

Bemba è alla guida di uno dei principali schieramenti dell’opposizione in R.D. Congo, il Mouvement de libération du Congo (MLC), e ha già annunciato di volersi candidare alle prossime tesissime elezioni, più volte rinviate, che dovrebbero svolgersi il prossimo 23 di dicembre.

Il governo del presidente uscente Joseph Kabila, il quale secondo la Costituzione non può ricandidarsi e il cui mandato è già scaduto ufficialmente nel 2016, ha già dichiarato che Bemba non è candidabile perché condannato in un caso di corruzione di testimoni sempre di fronte alla Cpi.

Bemba ha già fatto appello contro quella sentenza e la Cpi deve ancora pronunciarsi, ma non è stata ancora fissata una data per la sentenza. Un eventuale stop a Bemba potrebbe far aumentare la tensione e il dissenso nel paese, specie fra i suoi numerosi sostenitori.

L’oppositore arrivò secondo proprio contro Kabila nelle elezioni del 2006 e venne arrestato nel 2008 e nel 2016 condannato a 18 anni di reclusione per crimini contro l’umanità dalla Corte Penale Internazionale (Cpi). Il leader 55enne è stato però scagionato lo scorso giugno in appello e rimesso in libertà provvisoria.

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X