NUORO – L’isola con occhi di africano

di Diego Fiore
Nuoro MAN
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

C’è un filo artistico che lega la Sardegna all’Africa, e passa per il MAN, il Museo d’Arte della Provincia di Nuoro. Dopo avere ospitato lo scorso anno il fotografo franco-ivoriano François-Xavier Gbré, il nuovo progetto residenziale messo a punto dal curatore Luigi Fassi avrà come protagonista Kiluanji Kia Henda. Toccherà a questo raffinato artista concettuale di origine angolana – da tempo impegnato in una riflessione serrata sull’eredità coloniale e sul presente africano – l’onere e l’onore di reinterpretare l’isola e, in particolare, il contrasto tra la perfezione naturalista del suo sfondo e i drammi che questo sfondo ha visto scorrere nel corso del tempo. Something Happened on the Way to Heaven, questo il titolo della mostra, si modula come un’osservazione a due vie: un idillio apparente che come un velo di Maya manifesta la presenza del suo contrario. La dialettica contraddittoria dell’isola appare qui, infatti, come sintesi di uno splendore naturale e di un controcanto oscuro (e mediaticamente rimosso) di minacce antiche e attuali: le tracce architettoniche della guerra fredda e le basi militari ancora presenti sull’isola; le ingiustizie sociali e la povertà; le migrazioni passate e contemporanee. Dal 31/01 al 1/03.

 

Altre letture correlate:

X