Mali, ultimatum dell’Ecowas ai militari

di Diego Fiore
Mali manifestazione
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Secondo una nota diffusa dalla comunità economica dei 15 Paesi dell’Africa occidentale (Ecowas), nella serata di ieri i leader regionali dell’Africa occidentale hanno dato tempo fino al 15 settembre alla giunta militare in Mali per nominare un presidente e un primo ministro. I capi di Stato membri dell’Ecowas hanno detto che il presidente e il primo ministro che guideranno il governo di transizione dovranno essere civili. In più hanno deciso di mantenere le sanzioni annunciate contro il Mali con l’obiettivo di continuare a esercitare pressione sulla giunta pur accogliendo favorevolmente la decisione presa la settimana scorsa di avviare i colloqui con i partiti politici locali e i gruppi della società civile per avviare una fase di transizione. L’Ecowas ha chiuso i confini con il Paese e ha interrotto i flussi finanziari, spinto dalla preoccupazione che il golpe militare potesse minacciare il potere di alcuni leader dell’Africa occidentale e le istituzioni democratiche nella regione. Il 18 agosto un gruppo di colonnelli dell’esercito ha destituito il presidente maliano Ibrahim Boubacar Keita.

Altre letture correlate:

X