La Chiesa in Africa, fermento di unità

di Matteo Merletto
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

«Le divisioni etniche, linguistiche e tribali dell’Africa si possono superare promuovendo l’unità nella diversità. Vorrei ringraziare le religiose, i sacerdoti, i laici e i missionari per il loro lavoro a favore del dialogo e della riconciliazione tra i diversi settori della società africana».

Preghiamo questo mese perché, mediante l’impegno dei propri membri, la Chiesa in Africa sia fermento di unità fra i popoli, segno di speranza per questo continente.

Altre letture correlate:

X