Ebola in RDCongo. Superate le 500 vittime

di Marco Simoncelli

Sono ormai più di 500 le vittime causate dall’epidemia di virus ebola in corso nella Rd Congo, nonostante il programma di vaccinazione sia riuscito a salvare migliaia di persone nelle regioni colpited dell’est del paese, secondo quanto ha dichiarato il ministro della sanità congolese, Oly Ilunga Kalenga.

“In totale abbiamo registrato 502 vittime e 271 persone curate” si legge in un comunicato di Kalenga rilasciato dal ministero venerdì. Come sottolineato dall’emittente Aljazeera, la ministra ha però precisato numeri alla mano che la campagna di vaccinazione avrebbe salvato almeno 76,425 persone.

“Credo che abbiamo la propagazione dell’epidemia nelle grandi città della regione e nei paesi vicini” ha affermato Kalenga che ha poi concluso, “il grande problema sono gli spostamenti delle persone.

Questa è la 10° epidemia di Ebola in Congo e la seconda più mortale di sempre dopo quella che ha colpito pochi anni fa l’Africa occidentale facendo più di 10mila vittime. Da quando è iniziata lo scorso agosto, l’Unicef e i suoi partner hanno impiegato più di 650 persone di staff in una zona fortemente insicura (il Nord Kivu) a causa della presenza di numerosi gruppi ribelli, fornendo acqua e servizi igienico-sanitari, rendendo le scuole sicure e supportando i bambini e le famiglie colpite dal virus. 

Le persone contagiate, le famiglie e i loro bambini, compresi gli orfani a causa dell’Ebola e quelli non accompagnati, continuano a ricevere supporto psicosociale per aiutarli ad affrontare le conseguenze della malattia.

Altre letture correlate:

X