Crollo di una scuola a Lagos in Nigeria. Diverse vittime

di Marco Simoncelli

Sarebbero tra gli otto e dieci i bambini morti nel crollo di una scuola avvenuto ieri a Lagos Island, in Nigeria. Il palazzo di più piani che si trovava in Massey Street, nel vecchio quartiere di Lagos Island, ospitava la scuola all’ultimo piano ed ha ceduto ieri attorno alle 10 del mattino (ora locale). Dalle le macerie dell’edificio a tre piani (come si vede dalle immagini amatoriali riprese dall’agenzia Ruptly) sono stati estratti più di 40 sopravvissuti, alcuni dei quali feriti in modo grave e trasportati negli ospedali della città.

Al momento è ancora difficile stabilire un bilancio conclusivo delle vittime. Sul luogo dell’incidente regna “una grande confusione” secondo fonti sul posto riprese dalle agenzie. In un primo momento, fonti ufficiali avevano parlato di 100 bambini sotto le macerie dell’edificio crollato

Secondo fonti della Bbc, l’edificio era considerato pericolante da tempo e doveva essere demolito. Il governatore dello Stato di Lagos, Akinwunmi Ambode, ieri ha promesso sostegno alle vittime e accusa i gestori della scuola che ha definito «abusiva». «È evidente che lo Stato di Lagos non era a conoscenza dell’esistenza di questa scuola. È illegale e i colpevoli dovranno risponderne», ha tuonato il politico, per il quale ora però la priorità è salvare le persone ancora fra le macerie. «Stiamo ottenendo ulteriori gru per essere in grado di andare più in profondità per salvare più vite», concluso il governatore.

Il condominio di tre piani, che oltre alla scuola elementare e un asilo nido ospitava anche alcuni appartamenti, sarebbe crollato a causa del cedimento delle fondamenta usurate. La maggior parte degli edifici nell’area è stata contrassegnata per la demolizione, ma alcuni proprietari si erano opposti.

Lagos à la capitale economica della nazione più popolosa del continente africano. Le città nigeriane sono però spesso teatro di crolli di edifici a causa della scarsa qualità dei materiali usati nell’edilizia e del mancato rispetto dei regolamenti: nel 2016, oltre cento persone erano morte nel crollo del tetto di una chiesa a Uyo, nel sud del Paese, e nel 2014 furono ben 116 le vittime del crollo di un palazzo di sei piani proprio a Lagos.

Altre letture correlate:

X