Ciad: presidenziali, dieci candidature convalidate

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Sono dieci le candidature alle elezioni presidenziali del 10 aprile in Ciad convalidate dalla Corte Suprema. Sette candidature sono state escluse, tra cui quella di Succes Masra, leader del nuovo partito I Trasformatori, ma ancora troppo giovane – ha solo 38 anni – per poter ambire a dirigere il Paese, secondo la Costituzione. La Corte ha inoltre rilevato che il suo partito non è ancora registrato. Escluso anche Yaya Dillo Djerou, protagonista nei giorni scorsi di un violente scontro con le forze dell’ordine che hanno fatto irruzione a casa sua per arrestarlo, in un episodio che ha provocato vittime e suscitato molte reazioni in Ciad. Il capofila dell’opposizione Saleh Kebzabo, già più volte candidato alle presidenziali, è stato accettato ma ha già chiarito che boicotterà il voto, in segno di protesta contro la repressione di cui è vittima l’opposizione.

Secondo Rfi, altri candidati convalidati hanno annunciato nelle ultime ore che preferiscono ritirarsi dalla corsa elettorale: Theophile Bongoro della coalizione Alleanza Vittoria e Ngarlejy Yorongar.

Idriss Deby Itno, candidato al sesto mandato consecutivo, procede quindi verso la rielezione contro Felix Romadoungar Nialbé, Brice Mbaimon, l’ex primo ministro Albert Pahimi Padacket, l’ingegnere Theophile Yombombe, l’imprenditore Alladoum Baltazar e la prima donna candidata alle elezioni presidenziali, l’ex ministra Lydie Beassemda.

Condividi

Altre letture correlate: