Addio a Johnny Clegg, lo Zulu bianco

di Enrico Casale
Johnny Clegg

Johnny Clegg, musicista, antropologo e ballerino sudafricano, è morto a 66 anni, dopo una dura battaglia contro un devastante cancro al pancreas. Il suo manager, Roddy Quin – riferisce l’Associated Press – ha annunciato che Clegg si è spento serenamente nella sua casa di Johannesburg.

Soprannominato «lo Zulu bianco», Clegg ha raggiunto il successo internazionale schierandosi a favore dei diritti dei neri e contro le barriere razziali imposte dall’apartheid, mescolando influenze zulu con lo stile del pop britannico. Uno dei suoi brani più noti è Asimbonanga (“Non l’abbiamo mai visto” in lingua zulu): un riferimento al fatto che in Sudafrica il regime dell’apartheid vietava la pubblicazione di immagini della prigionia di Nelson Mandela. Nel 2008 aveva partecipato a Londra al grande concerto per i 90 anni del leader sudafricano.

«La parte più dura del mio viaggio – aveva dichiarato Clegg a dicembre al canale news sudafricano eNCA – sarà nei prossimi due anni».

Altre letture correlate:

X