27/05/13 – Africa – Ocse: Africa ritrova crescita robusta, ma benefici per pochi

di AFRICA
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

L’economia africana è tornata ad aumentare il suo ritmo di espansione, dopo il rallentamento causato dell’instabilità in Egitto e Libia: nel 2012 è cresciuta del 6,6%, contro il 3,5% del 2011. Lo scrive l’Ocse, nel suo outlook sull’Africa diffuso oggi.

Il ritmo di crescita del Continente nero, scrive l’organizzazione, continuerà a restare robusto, “nonostante alcuni problemi specifici di certi Paesi e le turbolenze dell’economia mondiale. Nel 2013 il Pil dell’Africa dovrebbe quindi aumentare del 4,8%, e nel 2014 del 5,3%, trainato in particolare “espansione della produzione agricola, crescita robusta nei servizi e un aumento della produzione di petrolio e dell’attività mineraria nei Paesi ricchi di risorse”.

Questa espansione economica sarà spinta soprattutto dall’Africa occidentale. Il centro e l’est del continente arriveranno a livelli di espansione “robusta”, mentre per il sud “la crescita risentirà della ripresa lenta del Sudafrica, l’economia più importante della regione”.

La vera sfida per i prossimi anni, sottolinea l’Ocse, riguarda però la qualità della crescita, e in particolare la diffusione dei suoi effetti positivi a tutti gli strati della popolazione. Attualmente, infatti, “le disuguaglianze di reddito si stanno ampliando, e gli indicatori sulla salute si stanno deteriorando in alcune parti del continente. A causa dei cicli ripetuti di conflitti e dell’accesso ridotto alla finanza e agli altri servizi, molte persone sono rimaste intrappolate nella povertà, e private dei benefici della crescita”.

“Il continente ha un forte vantaggio competitivo in termini di risorse naturali, sotto forma di fonti energetiche, minerali e prodotti agricoli – recita ancora il rapporto – Questi possono essere i motori di una trasformazione strutturale attraverso infrastrutture, impiego, profitti e investimenti esteri, a patto che l’adeguato contesto per gli affari e le giuste politiche di supporto siano messe in atto”. – Swissinfo

Condividi

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X