La Volkswagen inaugura una fabbrica in Ruanda

di Marco Simoncelli
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Mercoledì scorso in Ruanda è stato ufficialmente inaugurato il novo impianto di assemblaggio di automobili del gruppo tedesco Volkswagen. La fabbrica è stata realizzata all’interno della Zona economica speciale della capitale Kigali ed è la prima del genere nella nazione dell’Africa orientale. Una conferma della volontà della più grande casa automobilistica d’Europa di espandere la propria presenza nella regione, come ricorda InfoAfrica.

Sono ancora pochi coloro che acquistano auto in Ruanda. Infatti su 12 milioni di abitanti conta poco più di 200.000 auto private registrate, secondo l’ente di riscossione delle tasse del paese. Ma Volkswagen, che già costruisce veicoli nel vicino Kenya, spera non solo di vendere veicoli ma anche di utilizzarli in un sistema di car sharing simile a Uber, dove le persone useranno il loro smartphone per prenotare le corse.
La casa automobilistica tedesca ha dichiarato a gennaio che inizialmente prevede di costruire fino a 5.000 auto all’anno, a cominciare dai modelli Polo e Passat.

La Volkswagen sta guardando con interesse alle potenzialità dei mercati africani e ad oggi può contare su quattro impianti produttivi nel continente: Ruanda, Kenya, Nigeria e Sudafrica.

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X