Golfo di Guinea | Nave italiana sventa abbordaggio

di Enrico Casale
fregata luigi rizzo
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

La fregata «Luigi Rizzo» dalla Marina militare italiana ha sventato un attacco di pirati nel Golfo di Guinea. La nave, secondo quanto riportano le agenzie stampa, era impegnata in quel mare in attività di sorveglianza quando è stata raggiunta da un Sos.

«La nave – spiegano fonti della Marina militare – era al termine di un’esercitazione congiunta con un’unità spagnola. Stava effettuando un pattugliamento al largo delle coste della Nigeria quando ha ricevuto l’avviso di un attacco pirata in corso contro una nave da carico distante circa 100 miglia nautiche».

La fregata ha quindi dato la massima velocità e si è precipitata verso la posizione dell’evento, inviando appena possibile l’elicottero di bordo in supporto dell’unità minacciata. Contattato via radio, il comandante del mercantile,  un cargo battente bandiera greca, ha dichiarato di aver subìto un tentativo di abbordaggio da parte di una piccola imbarcazione veloce con uomini armati a bordo. Probabilmente il solo avvicinarsi dell’elicottero militare ha fatto desistere i pirati. E l’imbarcazione dei criminali si è allontanata verso la costa.

Da tempo, oltre che davanti alle coste somale, navi della nostra Marina militare battono anche le acque del Golfo di Guinea. Sono lì a proteggere le rotte commerciali che sono importanti tanto per i Paesi rivieraschi tanto per quelli europei.

Altre letture correlate:

X