Il prelibato cioccolato del Nord Kivu

di Diego Fiore
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Chi l’ha detto che nella Repubblica Democratica del Congo non si possa produrre ottimo cioccolato? La Chocolaterie Lowa, prima fabbrica di cioccolato 100% congolese, dimostra che è assolutamente possibile. L’impresa nasce dallo spirito di iniziativa di Salumu Kalinda, che alla Reuters ha spiegato i motivi del suo successo: «È molto facile mettere in piedi qui nel Nord Kivu questo tipo di produzione visto che abbiamo la materia prima vicino e cioè le piantagioni di cacao…le migliori al mondo». Eppure negli anni immediatamente successivi all’indipendenza molte di queste colture furono abbandonate.

Ora Aisha Kalinda, nipote di Salumu, può realizzare il suo sogno di lavorare nell’impresa di famiglia: «La gente pensa che solo negli Stati Uniti Uniti o nel Regno Unito possa esistere un’azienda così. E invece abbiamo spezzato il luogo comune secondo cui un Paese come il mio può al massimo esportare cacao». E, ora che Starbucks ha messo gli occhi sulle fave di cacao del Congo, il giro d’affari della Lowa potrebbe crescere ulteriormente.

Altre letture correlate:

X