Guinea, Condé: «Mi candido per i giovani e per le donne»

di Diego Fiore
Condé
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Nel corso di una videoconferenza tenuta ieri insieme a un gruppo di attiviste, l’82enne presidente della Guinea Alpha Condé, al potere del 2010, ha giustificato la propria candidatura a un terzo mandato dicendo di volersi presentare «per i giovani e per le donne».

Intanto non si fermano le proteste dell’opposizione e le minacce della polizia ai manifestanti. Secondo Radio France Internationale, una riunione di alcuni leader regionali dell’opposizione, tenuta nel pomeriggio del 1 settembre a Tanéné, nella prefettura di Dubréka, vicino alla capitale Conakry, è stata circondata dalla polizia, che ha disperso i manifestanti presenti. «La folla è stata presa dal panico e la sede è stata assediata dalla polizia», ha detto uno dei leader presenti a Rfi. Almeno 12 persone sono rimaste intossicate, secondo l’opposizione, dalle oltre 300 granate lacrimogene usate dalla polizia per disperdere la folla. Secondo il ministero della Sicurezza guineano, la manifestazione si stava svolgendo in strada, senza autorizzazioni. L’intervento degli agenti ha provocato la reazione di alcuni dimostranti, che hanno formato delle barricate, rimosse soltanto nella serata di ieri. 

Condividi

Altre letture correlate:

X