Viaggio in Costa d’Avorio

Viaggio in Costa d’Avorio
Un viaggio d’autore firmato dalla rivista Africa. Alla scoperta di una nazione che vanta formidabili attrattive culturali e naturalistiche. Accompagnati da un grande narratore del mondo africano e guidati da un’antropologa che svelerà riti e usanze di popoli fieri e accoglienti. Per vivere il privilegio di viaggiare con chi l’Africa la conosce davvero.

SOLD OUT

 

Quota di partecipazione: 2.100€ a persona (volo escluso)

Voli: Tariffe speciali dall’Italia con Brussels Airlines a partire da 380 euro (tasse incluse)

 

Informazioni e prenotazioni
viaggi@africarivista.it • 349.3027584 • 334.2440655

In collaborazione con
logo Kanaga

Logo BRUSSELS_AIRLINES

PRESENTAZIONE

Un viaggio alla scoperta di un Paese dalle mille sfaccettature, abitato da popolazioni fiere e ospitali che ci offriranno l’eccezionale opportunità di assistere a danze iniziatiche accompagnate dal ritmo ipnotico delle percussioni. Dalle savane del nord alle lussureggianti foreste del centro, fino alle paradisiache spiagge del litorale atlantico, questa grande nazione offre ai viaggiatori i suoi molteplici volti, riflessi in una varietà etnografica, morfologica e paesaggistica che non ha eguali in tutta l’Africa dell’Ovest.

In un itinerario che si snoda tra modernità e tradizione, ci addentreremo nel cuore verde del Paese, nelle vaste piantagioni di cacao e in variopinti mercati brulicanti di venditori e merci. Ci faremo sorprendere dalla vibrante energia di Abidjan, metropoli cosmopolita vivace e accogliente, e ammireremo le architetture di Yamoussoukro, con la sua imponente Basilica, costruita per volere del presidente Félix Houphouët-Boigny sul modello di San Pietro in Vaticano. Nei villaggi cattureremo i segreti di esperti artigiani, tessitori, fabbri e forgiatori che potremo osservare all’opera, intenti a realizzare i loro mirabili manufatti.

Tra i Dan assisteremo alle evoluzioni delle maschere sui trampoli e percorreremo a piedi nudi ponti di liane sospesi sul fiume, fino a giungere al limitare delle foreste sacre, dove si custodiscono i segreti degli spiriti ancestrali e le divinità si manifestano attraverso le maschere, intermediarie fra il tangibile e l’occulto e protagoniste assolute della spiritualità ivoriana.

In questi luoghi “magici”, prenderemo parte alle danze delle maschere Goly dei Baulé, a quelle divinatorie delle komian, sacerdotesse in grado di comunicare con gli spiriti, ed entreremo in contatto con la cultura Wè o Guéré, appartenente alla grande famiglia Krou.

Ci sposteremo infine verso la costa orientale del Paese, per concludere il nostro viaggio a Grand-Bassam, città storica e antica capitale della colonia francese della Costa d’Avorio, che, come marcato esempio di architettura coloniale, l’Unesco ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità. Un itinerario esclusivo in compagnia di due guide d’eccezione: un’antropologa italiana esperta di Costa d’Avorio e uno dei più autorevoli reporter specializzati nel continente africano.

ITINERARIO

Giorno 1: Italia/Abidjan
Volo per Abidjan. All’arrivo, incontro con lo staff di Kanaga Adventure Tours, che provvederà al trasferimento al Grand Hotel d’Abidjan o similare: pernottamento in camera doppia con servizi.

Giorno 2: Abidjan/Aniassué/Yamoussoukro
Dopo la colazione, assistenza per il cambio degli euro e per l’eventuale acquisto di una scheda telefonica locale, e partenza per Aniassué, sede di una “scuola” per SACERDOTESSE ANIMISTE. Qui incontreremo le komian, figure femminili di grande rilevanza nella cultura Akan, ritenute custodi di divinità ancestrali e intermediarie tra il mondo dei vivi e gli spiriti degli antenati. Dopo una visita ai locali che conservano i feticci e i simulacri sacri, assisteremo alle DANZE TAUMATURGICHE E IPNOTICHE che queste féticheuses eseguono, cospargendosi il corpo di caolino. Pranzo con lunch box (sandwich e frutta) e proseguimento in direzione della capitale, Yamoussoukro. All’arrivo, sistemazione all’Hotel Président o similare. Cena libera e pernottamento in hotel in camera doppia con servizi.

Giorno 3: Abidjan/Aniassué/Yamoussoukro
Dopo la colazione, visita della Basilica di Notre-Dame de la Paix di yamoussoukro, il tempio cristiano più grande al mondo, elaborato sul modello di San Pietro a Roma e fortemente voluto dal presidente ivoriano Félix Houphouet-Boigny, il cui visionario progetto era quello di fare di YAMOUSSOUKRO, suo villaggio natale, una metropoli sontuosa ed elegante in grado di rivaleggiare con le più importanti capitali europee.
Conclusa la visita, partenza per la regione delle “18 montagne”, con sosta lungo il tragitto in una PIANTAGIONE DI CACAO. Là scopriremo i segreti del principale prodotto d’esportazione del Paese, che, con un raccolto annuo che sfiora i due milioni di tonnellate, da solo rifornisce il 40% del mercato globale. Pranzo con lunch box (sandwich e frutta) e proseguimento verso la città di Man, con sosta a Bangolo, dove potremo assistere all’uscita dal bosco sacro delle IMPONENTI MASCHERE WÈ, geni protettori che si oppongono alle forze sovversive che minacciano l’ordine sociale nei villaggi Krou. All’arrivo a Man, sistemazione all’Hotel Les Cascades, cena libera e pernottamento in camera doppia con servizi.

Giorno 4: Yamoussoukro/Villaggi Wè/Man
Dopo la colazione, visita della CASCATA DI ZADEPLEU, raggiungibile anche a piedi dal centro cittadino. A seguire, partenza in direzione nord verso Touba, cuore del PAYS YACOUBA (o Dan), in uno scenario in cui alberi ad alto fusto svettano sul paesaggio circostante e la vegetazione si fa sempre più fitta. Pranzo in un ristorante e, nel primo pomeriggio, sosta in un villaggio tradizionale dove, tra il battito dei tam-tam, i canti delle donne e le grida degli uomini che invocano le maschere conservate segretamente nel cuore della foresta, assisteremo alle danze degli iniziati e della “bella del villaggio”, nonché all’uscita delle MASCHERE DAN, tra le quali spiccano l’elegante Guè None, che solo gli uomini possono indossare, nonostante le dolci sembianze femminili, e la MASCHERA SUI TRAMPOLI Gue Gblen che, tra evoluzioni e volteggi, si farà apprezzare per le sue qualità acrobatiche. Rientro a Man, cena libera e pernottamento in hotel.

Giorno 5: Man//Damane/Ponti di liane/Man
Dopo la colazione, partenza per DANANE, verso la frontiera con la Liberia, regione caratteristica per i suoi PONTI DI LIANE, passaggi fluttuanti sospesi sul fiume Cavally, la cui origine è avvolta dal mistero. Si dice vengano realizzati di nascosto, in una sola notte, dagli spiriti e dai giovani iniziati, e possono essere percorsi unicamente a piedi nudi, come impone la consuetudine locale.
Rientro a MAN, la cosiddetta “città delle 18 montagne”, che deve il suo nome ai suggestivi rilievi che ne movimentano il tessuto urbano, e pranzo in un ristorante. Nel pomeriggio, visita alla FORESTA DELLE SCIMMIE SACRE di Gbepleu, e ai vivaci quartieri cittadini, animati da mercati e botteghe artigianali. Sosta in un atelier di produzione di manufatti in legno rosso di aloa e nelle boutique di maschere Dan. Cena libera e pernottamento.

Giorno 6: Man/Villaggi Baulé/Yamoussoukro
Di primo mattino, dopo la colazione, partenza per Yamoussoukro in un contesto paesaggistico in cui, spostandosi verso la capitale, il verde intenso della foresta tropicale lascia spazio alle piantagioni di cacao, di Hevea (l’albero della gomma), e a rigogliosi palmeti. All’arrivo in città, pranzo in un ristorante e nel primo pomeriggio si prosegue alla volta dei VILLAGGI TRADIZIONALI BAULÉ, dove potremo assistere alla produzione di attieké (semola di manioca che nella gastronomia ivoriana accompagna la gran parte delle pietanze), assaggiare il banji (vino di palma), ammirare l’opera dei tessitori di kita, e prendere parte alla DANZA DELLE MASCHERE GOLY, perno attorno al quale si organizza e struttura la società del villaggio.
Rientro a YAMOUSSOUKRO, dove potremo assistere al pasto dei caimani sacri che popolano il lago artificiale costruito a difesa del palazzo presidenziale. Sistemazione all’Hotel Président o similare, cena libera e pernottamento in camera doppia con servizi.

Giorno 7: Yamoussoukro/Abidjan/Grand-Bassam

Dopo la colazione, partenza per la vibrante ABIDJAN, metropoli cosmopolita e centro economico del Paese, costruita su una serie di isole collegate da ponti sulla laguna Ébrié. City tour del quartiere Plateau, comprendente la Cattedrale, disegnata dall’architetto italiano Aldo Spirito, e il museo etnografico, con la sua collezione di maschere e manufatti afferenti alla storia locale. Pranzo in un ristorante.
Nel pomeriggio, proseguimento lungo la costa fino a raggiungere GRAND-BASSAM, città storica e antica capitale coloniale, dichiarata PATRIMONIO DELL’UMANITÀ DALL’UNESCO, a motivo delle sue splendide dimore in stile coloniale affacciate sul Golfo di Guinea, che danno forma al tessuto urbano.
Sistemazione all’Hotel Étoile du Sud o similare, direttamente sulla spiaggia. Tempo a disposizione per il relax al mare o in piscina. Cena libera e pernottamento in camera doppia con servizi.

Giorno 8: Grand-Bassm/Abidjan
Dopo la colazione, visita di GRAND-BASSAM passeggiando per le vie sonnolente del “Quartier de France”, abitato dall’aristocrazia francese quando, dal 1893 al 1896, questo insediamento adagiato sullo stretto cordone litoraneo che separa la laguna dall’oceano divenne capitale. Qui i coloni edificarono le proprie abitazioni: grandi ville con spaziose terrazze, verande decorate e preziosi infissi, e poi edifici commerciali, empori e magazzini di cui oggi si conservano le decadenti vestigia, testimonianze di un passato illustre. Visiteremo il palazzo del governatore Binger, che ospita un interessante museo del costume e una mostra permanete dedicata agli stili abitativi e alle caratteristiche culturali dei principali gruppi etnici ivoriani, e le antiche poste e dogane. Pranzo in un maquis sulla laguna. Nel pomeriggio, tempo a disposizione per gli acquisti nelle boutique d’artigianato (maschere, ceramiche, pitture e manufatti locali). Trasferimento ad Abidjan, camere in day use all’Hotel Onomo o similare su richiesta. Cena libera seguita da trasferimento all’aeroporto.

Giorno 9: Abidjan/Italia
Arrivo all’aeroporto di destinazione.


ORGANIZZAZIONE

logo KanagaL’organizzazione del viaggio è affidata al tour operator Kanaga Adventure Tours, che ha redatto il programma insieme alla rivista Africa, e che curerà ogni aspetto logistico. Kanaga Adventure Tours è un tour operator Italiano in Africa, nato con l’intento di promuovere a livello internazionale un turismo sostenibile nell’Africa Sahelo-Sahariana. I Paesi in cui opera sono: Algeria, Benin, Burkina Faso, Ciad, Costa d’Avorio, Etiopia, Gambia, Ghana, Gibuti, Guinea, Guinea-Bissau, Mali, Marocco, Mauritania, Niger, Senegal, Somaliland, Sudan, Togo e Tunisia.

 

Il reporter
Raffaele Masto. Inviato speciale della rivista Africa e di Radio Popolare-Popolare Network, reporter autorevole capace di coniugare competenza, passione civile e straordinarie doti narrative. Ha seguito le principali crisi e scritto diversi libri, tra i quali: In Africa, L’Africa del Tesoro, Io, Safiya per Sperling e Kupfer; Buongiorno Africa per Mondadori: Califfato Nero per Laterza; Africa per Tam. Cura un blog sul sito della rivista Africa: www.buongiornoafrica.it

 

L’antropologa
Irene Fornasiero. Laureata in Antropologia Culturale con indirizzo africa- nistico, ha svolto ricerche etnografiche in Mozambico e Angola e ha preso parte a progetti di cooperazione in Sierra Leone e Benin. Ha accompagnato diversi gruppi di visitatori in Costa d’Avorio, alla scoperta di riti, iniziazioni e danze delle popolazioni locali. Come collaboratrice della rivista Africa e del tour operator Kanaga Avventure Tours, con taccuino e macchina fotografica percorre da tempo le strade d’Africa.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi