RD Congo | I taxi rosa di Kinshasa

di Stefania Ragusa
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Guidare un taxi o comunque un’automobile, nella Repubblica Democratica del Congo rimane una questione da uomini. Anche per questo il business intrapreso (con successo) da Patricia Nzolantima appare particolarmente degno di nota. UbizCabs infatti è un servizio di auto – con conducente – di alta gamma lanciato nel 2019, che utilizza personale al 100 per cento femminile.
UbizCabs offre ai clienti (o meglio alle clienti: si tratta di un servizio creato principalmente per le donne) la possibilità di muoversi per la città e fare shopping, sorbendo una bevanda e utilizzando il Wi-Fi, e può essere prenotato attraverso un’applicazione mobile. La tariffa è di 15 dollari, un prezzo elevato per la capitale congolese, ma è interessante notare che gli stipendi delle driver sono ben al di sopra della media locale. A Le Monde, che l’ha intervistata, Nzolantima spiega che quella di UbizCabs non può essere rubricata solo come una storia di successo imprenditoriale in salsa glam. Rappresenta piuttosto una rivoluzione in miniatura. «Niente è stato facile, soprattutto perché all’inizio le banche non credevano in me». Per passare da venticinque a cento veicoli e distribuire taxi in altre grandi città congolesi, UbizCabs ha trovato un’altra soluzione e sta effettuando la sua prima raccolta di fondi da investitori stranieri, sperando di raccogliere tra i 15 milioni e i 30 milioni di dollari. «Se manterrò lo slancio attuale, quando Uber verrà a installarsi qui, nella Repubblica Democratica del Congo, i manager non avranno altra scelta che negoziare con me», afferma Nzolantima con soddisfazione.

Altre letture correlate:

X