RD Congo | Adf all’attacco, tragico bilancio

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Un tragico bilancio è quello che si è definito, tra ieri e oggi, in relazione al weekend di sangue appena trascorso nelle regioni orientali della Repubblica democratica del Congo dove almeno 19 civili (tra i quali due bambini) sono stati uccisi in attacchi del gruppo armato Forze democratiche alleate (Adf), secondo quanto riportato dai funzionari locali.

La ricostruzione degli avvenimenti parla di nove persone rapite e uccise venerdì:  «i loro cadaveri sono stati trovati nella provincia del Kivu Nord – confinante con il Ruanda -. Stiamo provvedendo alle loro sepolture», ha dichiarato l’amministratore regionale Donat Kibwana. Inoltre, nella provincia dell’Ituri gli uomini di Adf hanno attaccato, sempre nel fine settimana, il villaggio di Bukaka uccidendo 10 civili: cinque uomini, tre donne e due bambini. Pare che alcuni siano stati massacrati con machete e altri con armi da fuoco.

Il gruppo armato Adf è ritenuto responsabile dell’uccisione di circa 500 persone dallo scorso anno. La formazione ribelle ha infatti intensificato la propria ferocia a causa della campagna lanciata dall’esercito per porre fine ai suoi violenti attacchi.

L’esercito, però, non è ancora evidentemente riuscito a fermare  la formazione ribelle che, nata in Uganda oltre due decenni fa, usa la violenza per intimidire e sottomettere i civili, senza nemmeno un programma politico ben definito.

Altre letture correlate:

X