Un incontro per far luce sullo sfruttamento delle risorse minerarie della RDC

di claudia
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

L’associazione “Chiama l’Africa” organizza nella giornata di domani 11 Maggio dalle ore 18 alle ore 19.30 l’iniziativa “Minerali Clandestini” per discutere e sensibilizzare sul tema dello sfruttamento delle risorse minerarie della Repubblica Democratica del Congo e i suoi legami con l’instabilità del Paese. Dal 1 Gennaio in Europa è in vigore una legge che obbliga le imprese a dichiarare la provenienza dei minerali impiegati nella produzione di dispositivi elettronici e oggetti di uso comune, come telefoni, videogiochi, gioielli, automobili. Si tratta di un primo tentativo per arginare un commercio che troppo spesso si basa su lavoro minorile, sfruttamento e violazione dei diritti umani. Una produzione in grado di alimentare instabilità e conflitti, soprattutto l’area dei Grandi Laghi e in particolare la Repubblica democratica del Congo, in quei luoghi dove è avvenuto l’assassinio dell’ambasciatore italiano Luca Attanasio, del carabiniere della scorta Vittorio Iacovacci e dell’autista congolese Mustapha Milambo.

L’iniziativa fa parte di un lavoro più ampio dell’associazione “Chiama l’Africa”, che da molti anni è impegnata nella promozione di una Campagna di sensibilizzazione con la Rete pace per il Congo, Cipsi (Coordinamento di iniziative popolari di solidarietà internazionale) e Maendeleo Italia. “Minerali Clandestini” sarà un’occasione per comprendere i motivi dell’instabilità e della povertà in cui la popolazione congolese è costretta a vivere. Oggetto di discussione saranno inoltre i legami che intercorrono tra lo sfruttamento delle risorse minerarie di coltan e cobalto con il fenomeno del land grabbing. L’accaparramento dei terreni da parte di multinazionali straniere porta al loro utilizzo sia per monoculture estensive, sia come bacini estrattivi.

L’appuntamento è per domani, Martedì 11 Maggio in diretta streaming dalle ore 18,00 alle 19,30 su piattaforma ZOOM e diretta FACEBOOK, sulla pagina di Time For Africa

Interverranno:  Damas Bwiza – Professore di filosofia sociale e politica – Kinshasa; Luca Attanasio – Giornalista di Domani; Cristina Duranti – Good Shepherd International Foundation

Coordina: Angelo Ferrari – giornalista AGI

L’incontro è promosso da Chiama l’Africa in collaborazione con: Solidarietà e Cooperazione CIPSI, Time for Africa, Rete Pace per il Congo, Nigrizia, Africa Rivista, AOI, Tavola della Pace, Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, ForumSad,

Per informazioni: coordinatore@chiamafrica.orginfo@timeforafrica.it

Condividi

Altre letture correlate: