Festival del Cinema: i film in programma oggi

di claudia
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

È in corso la trentesima edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina, che quest’anno si tiene tutto online a causa della pandemia. Ecco i film in programma oggi, giovedì 25 Marzo, con le presentazioni a cura di Annamaria Gallone: i due titoli sono disponibili fino al 28 Marzo (termine del festival). Per acquistare i biglietti o gli abbonamenti, visitate il sito internet del festival!

Oggi vi consiglio due film che vi porteranno in Kenya e in Egitto. Il primo è il lungometraggio pluripremiato Softie del keniota Sam Soko, un regista e produttore che vive a Nairobi. Il suo lavoro su progetti sociopolitici nella musica e nel cinema gli ha permesso di connettersi e lavorare con artisti di tutto il mondo. È co-fondatore di LBx Africa, una società di produzione keniota che ha prodotto il cortometraggio di fiction Watu Wote, nominato all’Oscar 2018.

Il regista Sam Soko

Il film Softie è il suo primo progetto di documentario e racconta la vicenda di Boniface Mwangi, che da piccolo è stato soprannominato “Softie” perché era gracile, ma, adulto è diventato fotografo reporter e ha combattuto a lungo le ingiustizie nel suo paese come attivista politico. Ora sta facendo il passo successivo, candidandosi alle elezioni regionali del Kenya. Dal momento in cui Boniface decide di candidarsi, dicendolo a sua moglie Njeri di sfuggita con una risata esitante, risponde ad ogni sfida con ottimismo. Ma condurre una campagna pulita contro avversari corrotti diventa sempre più difficile da combattere con il solo idealismo. E Boniface, dopo molteplici minacce, scopre presto che sfidare forti dinastie politiche mette a rischio la sua famiglia. Il paese deve davvero venire prima della famiglia, come lui ha sempre creduto?

Il regista Sam Soko, seguendo questo leader per 10 anni della sua vita, cattura la trasformazione di un affascinante idealista attraverso la sua campagna di base, mentre esplora la complessità di bilanciare il profondo amore di Boniface per il paese con i bisogni della sua famiglia. I momenti con Njeri e i loro figli approfondiscono la nostra comprensione dell’aspirante funzionario eletto, offrendo una pausa introspettiva dal ritmo turbolento della campagna. Anche se ambientato sullo sfondo di un paese in transizione, il film di Soko va oltre la politica per rivelare ciò che alimenta il bisogno di un attivista di spingere per il cambiamento.

Softie, di Sam Soko

This is my night, di Yusuf Noaman

Egiziano è invece Yusuf Noaman, autore del cortometraggio This Is My Night, un piccolo film pregevole sia dal punto stilistico che contenutistico, che mi ha profondamente commosso. Una donna semplice, che vive nella periferia del Cairo, decide di portare il suo figlioletto, affetto dalla sindrome di Down, a fare una passeggiata in centro nei quartieri chic, per farlo svariare un po’, visto che tutti e due sono sempre chiusi in casa. Non sono d’accordo né il marito, né la madre, né in generale la società giudicante. La donna, tuttavia,  determinata a difendere questi attimi di libertà, non si lascia intimorire dalle telefonate minatorie e stringe amorosamente al petto il bimbo sudato durante il tragitto in pullman. Ben presto i due sono trascinati nella confusione caotica della città che è in festa per una partita di calcio e la madre offre a suo figlio piccoli dolci nonostante il suo borsellino sia quasi vuoto. Scoppia però una lite con un negoziante ostile, nasce un tafferuglio e all’improvviso il bimbo non c’è più. La corsa disperata della madre per ritrovarlo è resa con grande pathos, fino a scoprire che il figlioletto è seduto in una tranquilla strada solitaria con in braccio un cagnolino malato. La gioia immensa del ritrovamento è più forte dei rimproveri.

This is my night, di Yusuf Noaman

Con una camera movimentata, con colori vorticosi che bene rendono l’idea del caso, con primi piani ravvicinati, Yusuf ha creato un piccolo capolavoro che esprime tutta la sua sensibilità, come testimoniano anche le sue esperienze in progetti umanitari.

This is my night è stato programmato nella selezione ufficiale di El Gouna Film Festival.

(Annamaria Gallone, autrice dell’articolo, sarà relatrice del seminario organizzato dalla rivista Africa, “Schermi d’Africa”, in programma a Milano e in streaming l’8 e 9 Maggio 2021. Per info e prenotazioni, clicca qui)

Condividi

Altre letture correlate: