Burkina Faso, un altro attacco jihadista

di Enrico Casale
soldato del burkina faso
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

In un attacco ad Arbinda (Nord del Burkina Faso), sono morte almeno 19 persone e 13 sono rimaste ferite. A riferirlo fonti di sicurezza burkinabè. Secondo le prime ricostruzioni, l’attacco è avvenuto domenica, verso le 17. Gli aggressori sono arrivati ​​in motocicletta e hanno aperto il fuoco contro i civili nel mercato.  Tra le vittime del sanguinoso attentato ci sono il figlio del sindaco di Arbinda e una donna.

Lunedì, poi tre camion carichi di cibo per gli sfollati dei villaggi colpiti dalla siccità e ospitati nella località sono stati intercettati e bruciati. Un camionista è stato freddato sul posto.

La polizia di stanza in città aveva lasciato Arbinda alcune settimane fa, sostenendo che gli agenti non sono attrezzati né addestrati per far fronte a simili attacchi.

Se la polizia si è ritirata, nella regione è forte la presenza delle forze armate che stanno conducendo un’ampia operazione anti-terrorismo. Soprannominata «Doofu» (sradicato, nella lingua locale), questa operazione ha come missione la sradicamento delle basi terroristiche in questa parte del Paese che negli ultimi mesi è stata oggetto di diversi attacchi

Condividi

Altre letture correlate:

X