Da Lagos parte la rivoluzione della stampa online africana

di Matteo Merletto

«Stampare cento biglietti da visita a Lagos può essere un incubo: due ore nel traffico per trovare un chiosco, un’altra mezz’ora in coda per avere qualcuno che ti aiuti nella grafica. Ripetere il tutto dopo una settimana per ritirare il prodotto». Printivo è nata per risolvere questo stress, ben noto alle decine di milioni di piccoli imprenditori nigeriani. Il fondatore e A.D. Oluyomi Ojo è cresciuto in una famiglia di tipografi, si è finanziato gli studi universitari alla University of Lagos realizzando volantini e, assieme a Ibukun Oloyede e Ayodeji Adeogun, ha lanciato il primo servizio di grafica fai da te e stampa online in un mercato che vale (almeno) 200 milioni di dollari. L’obiettivo è assicurare alta qualità, tempi ridotti e la possibilità di realizzare in autonomia la graficha, facendo leva su un’ampia varietà di template, caricati anche dai clienti. Il pagamento viene effettuato all’ordine, azzerando così la possibilità di insoluti.

Oltre ad aver vinto nel 2016 il concorso “Startup nigeriana dell’anno” promosso dal blog thestarta.com, Printivo ha attratto l’interesse di investitori stranieri e locali tra cui Sim Shagaya, fondatore del popolare sito di e-commerce Konga. «La fama della nostra alta qualità si sta diffondendo e riceviamo sempre più ordini dall’estero: cresciamo del 100% ogni trimestre» sottolinea orgoglioso Ojo. L’intero mercato africano vale oltre 6 miliardi di dollari e le ambizioni di Printivo vanno ben oltre la sola Nigeria.

Sito web: printivo.com

(Martino Ghielmi – vadoinafrica.com)

Altre letture correlate:

X