«Carestia, intervenite sul Lago Turkana»

di Enrico Casale
siccita turkana

Cresce l’apprensione per la carestia che sta colpendo il Lago Turkana. Almeno dieci persone sono morte per la mancanza di cibo. Da mesi, la regione è interessata da una forte siccità che ha distrutto i raccolti e messo in ginocchio villaggi e contee. Le morti hanno sollevato un forte sdegno in tutto il Kenya. Migliaia di persone hanno inviato tweet al governo di Nairobi affinché intervenga subito e ponga fine a una situazione diventata sempre più grave.

I tweet, che utilizzano l’hashtag #WeCannotIgnore, criticano fortemente il governo. Lo accusano di ignorare la difficile situazione delle vittime, affermano che i politici si recano nella regione solo in occasione delle elezioni, quando hanno bisogno di voti, e respingono sarcasticamente le dichiarazioni del governo secondo cui nessuno è morto di fame.

Le regioni settentrionali keniane sono spesso colpite da forti carestie, come anche le regioni meridionali dell’Etiopia e la Somalia. I fenomeni sono legati ai cambiamenti climatici in atto in questi ultimi decenni e sono fonte di emigrazione e povertà estrema.

Altre letture correlate:

X