Botswana, colline inesplorate

di Valentina Milani

In Botswana esiste un antichissimo territorio ancora oggi perlopiù inesplorato: le colline Aha (Aha Hills) si trovano al confine tra Botswana e Namibia e sono delle alture di roccia calcarea che risalgono a 700 milioni di anni fa. Hanno un’altitudine di circa 1200 m s.l.m e sono prive di corsi d’acqua, pertanto non sono abitate da animali. Costituiscono una zona poco visitata del Paese, cosa che, insieme all’antichità della pietra, rende questo territorio davvero affascinante.

Situate a nord-ovest delle colline Gcwihabe, con la loro forma dolce e arrotondata sono una delle destinazioni più remote e poco frequentate del Botswana.

Si tratta di una formazione di marmo dolomitico che è stato diviso da agenti atmosferici in numerosi difetti e fratture che creano una superficie molto frastagliata e friabile.

Si estendono per circa 245 km2, perlopiù nel territorio del Botswana, anche se la maggior parte di esse non è ancora stato adeguatamente mappato e documentato.

Queste colline sono attraenti proprio perché così remote e inesplorate.

A 50 km dalle colline di Aha, le Grotte di Gewihaba sono un altro spettacolo della natura del Botswana. Consistono in un ambiente sotterraneo abitato fin dalla preistoria che è suddiviso in diversi vani collegati da passaggi resi unici e affascinanti da stalagmiti e formazioni di stalattiti che sembrano cascate di roccia.

Altre letture correlate:

X