Un gambiano tra i migliori recitatori del Corano

di Enrico Casale
corano
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Un gambiano si è classificato al terzo posto nella gara di recitazione del Corano organizzata, ogni anno, dagli Emirati arabi uniti.

Modo Jobe, 17 anni, ha vinto un premio in denaro di 40mila euro dopo una estenuante maratona di prove che si è tenuta per 12 notti consecutive.

L’International Holy Quran Award è stato istituito 21 anni fa e finora vi hanno partecipato più di 160 Paesi. Solitamente si tiene durante il Ramadan (per questo motivo le prove si effettuano di notte) ed è sponsorizzato dal governo di Dubai. Quest’anno si erano iscritti 103 persone, ma solo 90 sono state ammesse alle selezioni finali.

Il vincitore del primo premio di 68mila euro è stato Mohammad Tariqul Islam, 13 anni, del Bangladesh. Al secondo posto si è piazzato Huzaifah Siddiqui, 20 anni, proveniente dagli Stati Uniti d’America (54mila dollari).

La gara, però, è stata fortemente influenzata dalle questioni politiche. In particolare, quelle legate alle tensioni che hanno contrapposto Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Bahrein, Yemen al Qatar.

Il somalo Ismail Madar è stato escluso dalla gara a causa del rifiuto della Somalia di tagliare i legami con il Qatar. «Lunedì sera il comitato di presidenza e le autorità dell’Emirato mi hanno comunicato che non avrei più partecipato alle gare… Sono rimasto scioccato perché speravo di poter vincere la competizione. Quanto successo è stata una autentica punizione», ha detto Ismail alla stampa prima di imbarcarsi dall’aeroporto internazionale di Dubai per la Somalia.

Condividi

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.