Rd Congo | Solidarietà al dottor Mukwege

di Enrico Casale
Denis Mukwege
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Centinaia di persone hanno marciato giovedì e venerdì per le strade di Bukavu, la capitale della provincia del Sud Kivu (Rd Congo), in segno di solidarietà con il premio Nobel per la Pace, Denis Mukwege, che è stato oggetto di minacce di morte a luglio dopo aver condannato pubblicamente sui social media un massacro di 18 persone nella regione.

Anche le donne che il medico ha assistito e curato per anni si sono unite alla marcia dopo essersi radunate davanti al suo ospedale per esprimere preoccupazione e mostrare sostegno. «Chiediamo sicurezza per il dottor Denis Mukwege. Le autorità devono trovare le persone che hanno minacciato il medico e devono portarle davanti a un giudice», ha detto un dimostrante.

Prima di queste manifestazioni, il medico aveva già raccolto ampio sostegno sia in patria sia all’estero. La missione di pace delle Nazioni Unite nella Rd Congo ha promesso il suo sostegno alle indagini e ha esortato il governo a condurre rapidamente investigazioni sulle minacce e ad assicurare i responsabili alla giustizia.

Il presidente Felix Tshisekedi ha promesso che solleciterà i ministri degli Interni, della Sicurezza e della Giustizia affinché «siano prese tutte le misure necessarie» per garantire la sicurezza del medico e si trovino gli autori delle minacce.

Denis Mukwege è un rinomato ginecologo che ha vinto il Premio Nobel nel 2018 per il suo lavoro a favore delle vittime di violenza sessuale in guerra. Oltre a fornire assistenza medica, Mukwege ha però condotto una campagna contro le milizie che hanno violato i diritti umani durante le due guerre congolesi (996-98 e 1998-2003).

Condividi

Altre letture correlate: