Rd Congo – Arrivate le prime macchine per il voto

di Enrico Casale
macchine elettorali in Rd Congo

Finalmente il primo lotto di macchine per il voto ordinato in Corea del Sud è arrivato nel porto di Matadi, nella Rd Congo. Altri arriveranno progressivamente nei giorni a venire. Ma questi apparecchi sono ancora al centro delle polemiche nel Paese.

Su un ordine di poco più di 135mila macchine ne sono giunte a Matadi solo 12mila. Secondo Corneille Nangaa, il presidente della Ceni (Commissione elettorale), il resto dell’ordine verrà consegnato settimanalmente da Matadi e da altri due porti, quelli di Mombasa, Kenya, e Dar es Salaam, in Tanzania. Per il presidente della Ceni, tutto sarà pronto entro il 23 dicembre, data prevista per le elezioni.

Secondo l’opposizione queste sono «macchina per rubare» o «macchina per imbrogliare». «Stiamo aspettando la riunione tecnica prevista per mercoledì con la Ceni per vedere se Nangaa ci convincerà all’uso di questa macchina», ha dichiarato Vital Kamerehe, uno dei candidati dell’opposizione alla presidenza della Repubblica. Kamerhe si domanda anche come queste macchine saranno in grado di raggiungere in tempo le diverse parti di un Paese vastissimo come la Rd Congo.

Altre letture correlate:

X