Nigeria – Paesi Bassi, gli ogoni portano in tribunale la Shell

di Enrico Casale
Shell

La vedova di uno dei nove attivisti di etnia ogoni giustiziati dal governo militare nigeriano 22 anni fa porterà in giudizio il gigante petrolifero Shell. Esther Kiobel ha intentato una causa civile nei Paesi Bassi, dove la Shell è registrata e ha la sua sede.
La Kiobel accusa Shell di complicità con l’arresto e la detenzione illegale di suo marito, Barinem Kiobel nonché la violazione della sua integrità personale e la violazione del suo diritto a un processo equo.
Nel 2002, Kiobel aveva già fatto causa alla Shell a New York. Tuttavia, nel 2013, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che gli Stati Uniti non erano competenti sul caso.
Nel 1995, l’esecuzione del drammaturgo nigeriano Ken Saro-Wiwa e di altri otto attivisti per i diritti umani (tra cui Kiobel) che avevano lanciato una campagna contro il degrado ambientale della loro terra, aveva causato un coro di proteste in tutto il mondo.
(05/07/2017 Fonte: Cnn)

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X