Le tribolazioni dell’ultimo Sijilmassi, di Fouad Laroui

di Diego Fiore
Laroui
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Un ingegnere marocchino in business class viene sorpreso da un’improvvisa, vera epifania: la sua vita è insensatamente veloce, anzi grottesca e volgare se paragonata alla lentezza frugale che ha accompagnato tutti i suoi antenati. L’ingegnere decide per una svolta netta; lasciare il posto alla Bitumi del Tadla e non salire mai più su un aereo. Una rivoluzione incomprensibile, per chi gli sta intorno, che innesca una serie di situazioni picaresche che fanno sorridere e intanto svelano gli stereotipi e le minute grettezze che regolano i rapporti sociali, in Marocco come in Europa.

Fouad Laroui si conferma scrittore acuto e brillante, e di avere meritato tutti, ma proprio tutti, i premi collezionati negli anni.

Del Vecchio, 2019, pp. 321, € 17,00

Altre letture correlate:

X